Mercoledì Giu 19

Movimento che vieni, partito che vai

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampa
Il 2 ottobre 2009 il PD, partito che si dichiarava di ferma opposizione, è venuto a mancare. Ne danno l’annuncio gli sconcertati elettori.

In questa tragica giornata infatti, alla Camera, per via di ben 21 assenze nelle file del secondo più grande partito italiano (che chiamare d’opposizione è veramente troppo!), il cosiddetto “Scudo fiscale” è stato approvato, il provvedimento permette a chi fa emergere capitali illecitamente esportati di sanare vari tipi di reati tributari e societari. Praticamente dall’estero potranno rientrare capitali di dubbia provenienza, in quanto sarà molto difficile provarne origine.

Se quei 21 deputati non fossero mancati,  per ragioni tra l’altro o ignote o ridicole, probabilmente a quest’ora il governo sarebbe caduto e sarebbe stata evitata l’ennesima legge-vergogna.

Scarica il programma del Movimento 5 Stelle
Ma altri avvenimenti fanno sperare che il paese non sia ormai totalmente alla deriva. Due giorni dopo infatti, il 4 Ottobre, abbiamo assistito a Milano alla nascita del MOVIMENTO DI LIBERAZIONE NAZIONALE.  Le premesse per l’avvio del suddetto Movimento si erano già avute con la formazione delle Liste Civiche a Cinque Stelle a livello locale. I risultati di questo primo esperimento politico erano stati al di sopra di ogni previsione: in alcuni comuni italiani, il “virus grillino” è stato finalmente iniettato e 23 consiglieri sono stati scelti dai Cittadini.

Pensiamo sia dunque giunto il momento di ampliare le prospettive, sia a livello regionale che a livello nazionale. Per questo nasce il Movimento, che con le sue proposte copre l’intera sfera dell’azione politica come avrebbe sempre dovuto essere. A Milano abbiamo sentito parlare di Istruzione ( abolizione della legge Gelmini, investimenti nella ricerca universitaria, valutazione dei docenti universitari da parte degli studenti…), Salute (garantire l’accesso alle prestazioni essenziali del Servizio Sanitario Nazionale universale e gratuito, politica sanitaria nazionale di tipo culturale…), Informazione ( accesso alla rete gratuito per ogni Cittadino italiano, frequenze televisive assegnate mediante asta pubblica ogni cinque anni, abolizione della legge Gasparri…), Energia (no al nucleare, incentivazione dell’uso dei biocombustibili..). Grande spazio è stato riservato al rapporto Stato-Cittadini: tra i punti del Programma è infatti prevista l’abolizione del Lodo Alfano, la non eleggibilità a cariche pubbliche di cittadini condannati e leggi rese pubbliche on line almeno tre mesi prima delle loro approvazione per ricevere i commenti dei Cittadini.

Il Movimento si basa proprio su tutto ciò: non ci saranno tessere di partito e lo stesso programma verrà discusso a lungo, proprio on line, facendo ricorso alla votazione elettronica, con un codice personale e non cedibile; l’adesione sarà libera e gratuita. Questi sono i requisiti minimi per aderire a ciò che potrebbe segnare il nuovo Rinascimento della Repubblica italiana, dove ogni Cittadino conta per UNO.

Crediamo che Partecipare o anche solo appoggiare dall’esterno questo nuovo, neonato Movimento, rappresenti per noi Cittadini l’unica possibilità di far sentire la nostra voce e riacquistare Sovranità e potere decisionale: siamo Cittadini non sudditi.


Distinti Saluti

Paola Orrù - Maria Luisa Brunelli
Copyright © 2019 LaperugiachevogliAmo - via Luisa Spagnoli,4 - 06128 Perugia - Tel 377.188.6647 - CF 94125180540. Tutti i diritti riservati. Questo sito non e' una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001.
powered by Arturo'S Web